Una tecnologia e un team
100% al servizio del bene comune

Il mondo d’oggi

Se internet fosse una nazione, sarebbe la quinta potenza economica mondiale. Sui social network si discute, ci si diverte, si lascia parlare la propria creatività. Tutto è possibile ed è questo che rende internet geniale! Esprimersi, però, vuol dire esporsi. E le cose possono presto sfuggire di mano. Insulti, scherni sul fisico, minacce, razzismo, sessismo.. L’odio online e i comportamenti aggressivi su internet inquinano le nostre interazioni.

  • Nel mondo, 246 milioni di giovani sono vittime di cyberbullismo.
  • Il 79% degli adolescenti tra i 12 e i 15 anni e il 61% degli adulti dichiarano di essere stati vittime almeno una volta di odio su internet nel corso dell’ultimo anno.
  • Si conta ogni anno una sessantina di suicidi legati al cyberbullismo.
  • Milioni di persone soffrono di depressione e ansia sociale.

 

Tutto quest’odio uccide l’idea stessa dei social network. La libertà d’espressione viene compromessa, non si osa più esprimersi per paura di farsi insultare. Numerosi utenti rinunciano a esporsi e creare su internet. I danni umani ed economici dell’odio online sono considerevoli. Questi messaggi d’odio creano un ambiente ostile, scomodo per gli internauti, i quali possono arrivare anche a scoraggiarsi e smettere di utilizzare internet. Un gran numero di attori dei media chiudono i loro spazi commenti (troppo d’odio, quindi meno interazioni, dunque perdite di introiti pubblicitari).

La nostra visione del mondo

Dovremmo tutti poterci esprimere e creare in tutta libertà. Il team Bodyguard propone un modello umanista all’interno di un ambiente digitale rispettoso. Crediamo nella ricchezza dei social, in quanto permettono la connessione di tutte le menti. Questa connessione è creatrice del mondo di domani.

Perché esiste Bodyguard?

La nostra storia

Charles, creatore di Bodyguard, ha cominciato a interessarsi alla programmazione all’età di 12 anni. Piccolo genio dell’informatica, autodidatta, si appassiona all’intelligenza artificiale e al NLP (Naturel Language Processing). Si perfeziona e impara da solo, in camera sua, a creare i primo algoritmi che saranno la base di questa guardia del corpo dallo stile un po’ speciale, un Bodyguard che non ha dei veri bicipiti, ma un’intelligenza artificiale ben muscolosa. Numerosi internauti e mentori hanno creduto in questo progetto. Da allora, Charles si è circondato di un team profondamente legato alla libertà d’espressione e fiero di sviluppare una tecnologia benevola.

La nostra missione

Bodyguard è un’impresa sociale e solidale, completamente apolitica e indipendente. L’applicazione è 100% gratuita e lo resterà per permettere a tutti di proteggersi dall’odio online. Per finanziare Bodyguard, proponiamo la nostra tecnologia alle aziende che desiderano moderare le loro piattaforme o siti web. Abbiamo anche ottenuto diversi premi e siamo riusciti a raccogliere fondi, il che ci ha permesso di portare avanti questa misione che si siamo dati e che ci sta profondamente a cuore: proteggere dall’odio online e mettere fine al cyberbullismo.

La nostra proposta

Bodyguard è una macchina. Non ha un’opinione, né preferenze politiche. Bodyguard non ha un colore di pelle, né preferenze sessuali. Nessun finanziamento compromette la tecnologia. Bodyguard protegge, punto.

La macchina non cade nel trabocchetto del giudizio. Lei segue le regole stabilite dai suoi utenti. Abbiamo sviluppato la tecnologia nutrendola per più di 2 anni di contenuti d’odio realmente presenti sui social network. Oltre all’expertise Bodyguard, gli utenti partecipano al perfezionamento dei radar della nostra tecnologia facendoci pervenire insulti, contesti, emoji…

Bodyguard si declina in diverse forme:
– un’applicazione mobile gratuita disponibile a tutti;
– una soluzione SaaS per gli organismi che hanno bisogno di moderazione;
– una soluzione per le famiglie affinché i genitori siano informati in tempo reale se i loro figli sono vittime o autori di cyberbullismo.

Unirsi al movimento

Da più di 2 anni, una comunità solida e benevola si è creata spontaneamente attorno a Bodyguard. Questa comunità lascia spazio alle critiche costruttive, al dibattito, allo scambio e mette di lato l’odio gratuito.

Hai voglia di partecipare attivamente alla lotta contro il cyberbullimo? Sei anche tu sensibile a questo argomento e desideri questo profondo cambiamento sociale e digitale? Impegnati insieme a noi. Aiutaci a democratizzare l’applicazione, falla conoscere al tuo entourage per proteggere il più gran numero di internauti possibile dall’odio online.